Venerdì, 09 settembre 2022

Agnese Redaelli, dottoranda presso il DISAT, vincitrice del premio “Giorgio Ghiglieri” al XVI Convegno Nazionale della Società Geologica Italiana

Risorse idriche sotterranee e variazioni climatiche: i giovani per una ricerca di grande attualità

foto Agnese Redaelli premiata al congresso SGI

Ha avuto una solida formazione in Bicocca la vincitrice del premio “Giorgio Ghiglieri” al XVI Convegno Nazionale della Società Geologica Italiana, organizzato dalle Sezioni “GIT – Geosciences and Information Technologies” e “SI – Sezione di Idrogeologia”, tenutosi a Fondi (LT) dal 5 al 7 settembre 2022.

Agnese Redaelli, dalla Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e il Territorio, ad una borsa di studio giovani promettenti, ad un posto ministeriale nel dottorato 38* ciclo, al riconoscimento ricevuto durante il convegno per la chiarezza espositiva, la metodologia presentata e l’applicabilità della ricerca su cui sta lavorando: Effetti delle variazioni climatiche sulle risorse idriche sotterranee. Il premio  consiste in un contributo di  1000€ finanziati da Ecosearch Srl e l’iscrizione gratuita alla Scuola di Modellistica Idrogeologica SYMPLE, la prima nel suo genere tenuta da professionisti, docenti universitari e ricercatori italiani e stranieri che propone 260 ore di lezioni sulla gestione e modellazione delle acque sotterranee.

Le ricerche della giovane dottoranda si sviluppano all’interno del gruppo di Idrogeologia ambientale del DISAT, un team multidisciplinare di giovani ricercatori ed assegnisti dell’Ateneo (Marco Rotiroti, Chiara Zanotti, Mariachiara Caschetto e Davide Sartirana, sotto la guida di Letizia Fumagalli e Tullia Bonomi) che studia gli effetti a medio e lungo termine sulle risorse idriche sotterranee delle variazioni climatiche in zone montane alpine, urbane e della pianura padana, supportando gli enti gestori nella comprensione quali-quantitativa dei complessi fenomeni di ricarica e circolazione delle acque sotterranee.