Dottorato in Scienze Chimiche, Geologiche e Ambientali

Il Dottorato di Ricerca in Scienze Chimiche, Geologiche e Ambientali dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca ha durata triennale ed è rivolto a laureati magistrali con interesse per l’attività di ricerca di base e applicata.

Le caratteristiche peculiari del Dottorato sono la multidisciplinarietà e interdisciplinarietà. Nelle attività del dottorato, sviluppate attraverso la sinergia di tre Dipartimenti (DISAT, BtBs, Scienza dei Materiali), fondamentali discipline scientifiche (fisica, chimica, geologia, biologia) trovano possibilità e opportunità di integrazione e collaborazione, mantenendo intatta, nello stesso tempo, la propria integrità culturale.

La natura fortemente multidisciplinare del Dottorato in Scienze Chimiche, Geologiche e Ambientali offrirà ai dottorandi la possibilità di un continuo confronto e scambio con realtà culturali scientifiche diverse, pur mantenendo un elevato livello di specializzazione nella tematica specifica del curriculum.

Coordinatore del Dottorato: Prof.ssa Maria Luce Frezzotti

Il Dottorato si articola in 3 curricula:

Scienze Chimiche

Per ogni informazione relativa alle linee di ricerca curriculari rivolgersi a

coordinatore dottorato,  maria.frezzotti@unimib.it

responsabile curriculum,  claudio.greco@unimib.it

Scienze dell'Ambiente Terrestre e Marino

Obiettivo specifico del curriculum in scienze dell’ambiente terrestre e marino è lo sviluppo della capacità di operare all’interno di gruppi multidisciplinari, ove possibile a livello internazionale, e di interagire con competenze relative a settori diversi, incluse le componenti più strettamente gestionali, quali gli aspetti giuridico-economici.

Le attività di ricerca, che hanno la sostenibilità come filosofia permeante, sono sviluppate secondo tre linee principali: conoscenza dell’ambiente nelle sue componenti e nelle loro interazioni e integrazioni; valutazione e prevenzione dei rischi, per l’uomo e per l’ambiente, derivanti da attività antropiche; sviluppo di metodologie e tecnologie innovative per il risanamento e la conservazione dell’ambiente e del territorio e per la tutela della biodiversità.

 

Le attività di ricerca, relative alle tre linee principali, sono le seguenti:

Analisi e caratterizzazione dellambiente terrestre e marino e del territorio

Analisi e monitoraggio dell’ambiente e del territorio attraverso l’uso di Sistemi Informativi Territoriali e del telerilevamento. Analisi e caratterizzazione dei suoli e della vegetazione. Analisi idrogeologica, chimica e ecologica delle acque sotterranee e superficiali. Analisi biologia, geomorfologica e mappatura degli habitat marini. Chimica e fisica degli aerosol e dell’atmosfera.  Inquinamento acustico. Servizi ecosistemici. Biogeografia insulare. Analisi del ruolo degli oceani nel sistema climatico.

 

Valutazione degli impatti e dei rischi sulluomo, sullambiente e sugli ecosistemi

Cambiamenti climatici e impatto dei fattori climatici nell’alterazione degli habitat naturali e degli ecosistemi terrestri, marini e d’acque dolci. Ecotossicologia: rischi derivanti dall’esposizione a contaminanti sui diversi livelli di organizzazione della scala gerarchica ecologica. Approcci chemiometrici e sviluppo di modelli QSAR per la previsione degli effetti di contaminanti sulla salute umana e su specie non target. Studio degli effetti di nanoparticelle, allergeni vegetali, interferenti endocrini, particolato atmosferico e di stress fisici sui processi biologici sia in vivo che in vitro. Approcci in vitro in silico per lo studio dell’interazione tra metalli (essenziali e non) e modelli biologici: potenziali effetti sulla salute umana. Modelli in vitro per la valutazione del potenziale di cancerogenesi di contaminanti e matrici ambientali Studio della degradazione dei suoli e della vegetazione dovuta ad attività antropiche. Impatti di eutrofizzazione, cambiamenti climatici e di altri stressori antropici sulla qualità delle acque superficiali. Impatto degli aerosol sul bilancio radiativo atmosferico. Impatto acustico delle attività antropiche e delle infrastrutture di trasporto. Impatto delle specie aliene sulla biodiversità. Controlli da parte di fattori naturali e antropici sullo sviluppo delle biocostruzioni marine. La biomineralizzazione marina come registro ambientale. Effetti dei processi fisici di trasporto oceanico e turbolenza sugli organismi marini.

 

Gestione e recupero dellambiente e del territorio

Gestione del rischio idrogeologico. Gestione, trattamento e smaltimento delle acque reflue. Smaltimento, trattamento e riciclo dei rifiuti. Recupero di siti contaminati e ripristino ecologico. Gestione sostenibile dei processi produttivi e analisi del ciclo di vita. Pianificazione ecologica del territorio, reti ecologiche terresti e acquatiche. Analisi e conservazione della biodiversità. Educazione allo sviluppo sostenibile e comunicazione ambientale.

 

Per ogni informazione relativa alle linee di ricerca curriculari rivolgersi a

coordinatore dottorato,  maria.frezzotti@unimib.it

responsabile curriculum, emilio.padoaschioppa@unimib.it 

Scienze Geologiche

Per ogni informazione relativa alle linee di ricerca curriculari rivolgersi a

coordinatore dottorato,  maria.frezzotti@unimib.it

responsabile curriculum,  giovannibattista.crosta@unimib.it